Coefore
La locandina di CoeforeLo spettacolo “Coefore” di Eschilo, curato da Pino Michienzi, Anna Maria De Luca e Luca Maria Michienzi, per i ragazzi dell’Istituto “Einaudi” di Catanzaro ha partecipato alle rassegne di Palazzolo Acreide (SR), di Altomonte (CS) e Politeama di Catanzaro tra maggio e giugno 2007.


FOTO “COEFORE” - PALAZZOLO ACREIDE - MAGGIO 2007

Coefore - Palazzolo Acreide, maggio 2007
Coefore - Palazzolo Acreide, maggio 2007Coefore - Palazzolo Acreide, maggio 2007

Foto Beatrice Canino

CoeforeCoeforeCoefore

CoeforeCoeforeCoefore

Carmen Loiacono – IL DOMANI - 16 maggio 2007
“LE COEFORE SECONDO L’EINAUDI”
“Il laboratorio teatrale dell’Istituto tecnico porterà in scena ad Altomonte e Siracusa l’opera di Eschilo”
“L’allestimento è realizzato insieme alla Compagnia Teatro del Carro”

Giuseppe Passafaro - WWW.WEBTVBORGIA.IT
“LE COEFORE”

Giuseppe Passafaro – CALABRIA ORA – 27 maggio 2007
“LE COEFORE CALABRESI”

Carmen Loiacono – IL DOMANI – 6 giugno 2007
“L’EINAUDI IN SCENA, UNA SORPRESA”
“Per la rassegna teatro ragazzi sul palco del Politeama è salito in apertura il gruppo dell’Istituto tecnico commerciale”
“I ragazzi hanno presentato Coefore, tratto da Eschilo, regia di Pino Michienzi”
Dopo il successo registrato a Palazzolo Acreide e ad Altomonte, le “Coefore” dell’Istituto Einaudi sono approdate sul palcoscenico del Politeama. E la sorpresa è stata molteplice: prima di tutto per un Itc che si cimenta con il teatro classico greco – recitandolo pure – poi per i costumi e le maschere ideati da Anna Maria De Luca, realizzati all’interno delle stesse attività della scuola, poi ancora per la riuscita. “Figlio” del laboratorio teatrale diretto nella scuola da Pino Michienzi, lo spettacolo andato in scena è stato ben confezionato e l’intento di Michienzi sembra essere riuscito in pieno.. Dialetto, greco e italiano le lingue scelte.[…] L’effetto creato dalle ragazze tutte vestite di nero, con i vli che bene risaltavano i bei volti delle coefore calabresi, esplodeva nei movimenti striscianti, drammatici del coro che si insinuava nella scena e nelle menti dei protagonisti. Vera forza dell’opera di Eschilo, personaggio unico, il coro su cui ha lavorato Michienzi – assistente alla regia Luca Maria Michienzi – ha dato quell’impronta decisivaallo spettacolo. Ottimo il riscontro del numeroso pubblico presente al Politeama: lunghissimo e affettuoso l’applauso che ha accolto i protagonisti, Michienzi e il preside Scopelliti nel saluto finale.[…]
leggi la scheda
leggi la critica