Itinerari Alvariani
Itinerari Alvariani - La locandinaÈ il titolo della rassegna promossa dal Teatro del Carro in collaborazione con l’A.r.di.s. di Catanzaro. La rassegna stima innanzi tutto un dato fondamentale: far conoscere Alvaro ai giovani, perché intendano i messaggi culturali del grande intellettuale calabrese, scoprendo quanto questi sia conosciuto e apprezzato non solo per avere scritto “Gente in Aspromonte”, ma per essere stato uno dei rappresentanti più alti e qualificati della cultura europea, giornalista e critico di  razza, fedele  testimone del suo tempo. Un autore sconosciuto ai più e del quale si ha urgenza di scoprire e rivalutare il suo mestiere di giornalista e scrittore. Percorsi conoscitivi e percorsi critici, che ripercorrono il “mito della memoria e dell’infanzia” attraverso la lettura di brani tratti dai romanzi, racconti, poesie, diari, corrispondenza, recensioni, drammaturgia, saggi e testimonianze.


Itinerari Alvariani - Pino MichienziItinerari Alvariani - Anna Maria De LucaItinerari Alvariani - Luciano Cozzi e Federica Mancuso

Itinerari Alvariani - ParaphonèItinerari Alvariani - Luciano Cozzi, Federica Mancuso, Pino Michienzi e Anna Maria De LucaItinerari Alvariani - Federica Mancuso, Luciano Cozzi, Pino Michienzi e Anna Maria De Luca

Intervista agli autori e ai protagonisti per la presentazione della rassegna

Foto Beatrice Canino

GAZZETTA DEL SUD – 25 settembre 2007
“UNA TRE GIORNI SUI PASSI DI CORRADO ALVARO”
“Partirà il primo ottobre al San Giovanni la rassegna promossa dalla compagnia Teatro del Carro in collaborazione con l’Ardis
“Poesie, racconti, recensioni per far conoscere ai giovani uno dei più grandi autori del’900”.
“Sarà presentato il libro <<Alvaro e la maschera nobile: la recensione e il saggio>> di Pino Michienzi”

Vito Fabio – CALABRIA ORA – 26 settembre 2007
“IL TEATRO DEL CARRO RIPERCORRE CORRADO ALVARO”

IL DOMANI – 30 settembre 2007
“ITINERARI ALVARIANI, UNA TRE GIORNI”
“Catanzaro. Comincia domani sera al Complesso monumentale del San Giovanni la rassegna dedicata allo scrittore calabrese”
“La manifestazione è organizzata dalla Compagnia Teatro del Carro e dall’Ardis”

Giada Palmerino – IL QUOTIDIANO – 3 ottobre 2007
“UNA TRE GIORNI AL SAN GIOVANNI DEDICATA A CORRADO ALVARO”
“In scena Pino Michienzi, autore di un libro sullo scrittore di San Luca”
[…] Protagonista indiscusso della serata è stato il libro “Il teatro di Corrado Alvaro” scritto da Pino Michienzi ed interpretato dallo stesso in via eccezionale in alcuni significativi passaggi per il pubblico presente in sala. Il libro è il frutto di un meticoloso studio da parte dell’attore e regista Pino Michienzi, ed è composto da due parti: la prima parte, contiene una serie di interventi, articoli, recensioni scritte da Corrado Alvaro per i giornali del tempo sul teatro, o meglio sull’idea che lo scrittore aveva del teatro del novecento. Un’acuta riflessione sul mestiere dei teatranti, sul ruolo del regista, dell’attore, sul peso della loro cultura, sulla funzione morale del teatro come unica fonte di rinnovamento per la cultura italiana nel periodo del post fascismo. Si riscopre, dunque, un Alvaro attento osservatore della società e mediatore instancabile della questione teatrale in genere perché proprio in questa aveva acutamente individuato la chiave per risollevare le sorti della cultura italiana del tempo. Nella seconda parte del libro, Pino Michienzi elabora i testi alvariani, adattandoli ad una forma teatrale, ricorrendo alla fortunata produzione “Quasi una vita” e “Ultimo diario”. Il relatore della serata, nonché autore della prefazione del libro, il prof. Luigi La Rosa, che ha sottolineato la maestria con cui Michienzi ha ricucito i pezzi delle opere di Alvaro, e come oggi più che mai la cultura sia indispensabile nel mondo del teatro, e come quest’ultimo sia l’elemento essenziale della civiltà in cui viviamo e termometro della disciplina morale. La serata si è conclusa con la lettura drammaturgica de “Lunga notte di Medea”.

Maria Primerano – GAZZETTA DEL SUD – 3 ottobre 2007
“UN TUFFO NEL TEATRO DI CORRADO ALVARO”
“Applausi per la compagnia di Michienzi interprete di alcuni passi dello scrittore calabrese”

Domenico Iozzo – IL DOMANI – 3 ottobre 2007
“IL TEATRO E IL MONDO DI CORRADO ALVARO”
“Catanzaro. Promossa dall’Ardis al complesso monumentale San Giovanni gli “Itinerari” dedicati allo scrittore calabrese”
Nella prima serata si è svolta la lettura drammaturgica di “Lunga notte di Medea”

Giada Palmerino – IL QUOTIDIANO – 4 ottobre 2007
“CON LE DONNE DI CORRADO ALVARO RITORNO A UN ANTICO PASSATO”
“Prosegue al San Giovanni la rassegna sullo scrittore di San Luca”
Continua l’affascinante viaggio nel mondo del grande scrittore calabrese Corrado Alvaro. L’appuntamento serale con la rassegna “Itinerari Alvariani” diretta e interpretata da Pino Michienzi insieme ad Anna Maria De Luca, Luciano Cozzi e Federica Mancuso, ha entusiasmato il pubblico presente al San Giovanni.[…] Le donne avariane rivivono al centro del palcoscenico attraverso le sublimi interpretazioni degli attori che incarnano abilmente i volti di tipiche donne del sud, madri, mogli, figlie, prostitute, contadine, racconti di vita tratti dal suo più celebre romanzo “Gente in Aspromonte”. E’ in scena la Calabria dei primi anni del novecento, una terra legata indissolubilmente alla fatica della terra, dove la figura apparentemente sottomessa della donna diviene il fulcro, la colonna portante all’interno della vita familiare. Alvaro esalta la sacralità, la dignità e la purezza della donna calabrese, discendente diretta delle prodigiose donne greche. Storie di donne dai nomi diversi ritornano cariche di una conturbante attualità sul palcoscenico, come la figura di Coronata, oppure la pigiatrice d’uva con la sua sensualità peccaminosa che ricorda la “Lupa” di Verga, Teresita e il padre Ferro, storia di un rapporto smodato di possesso e di edipica gelosia, l’innocenza adulta di Romantica, figlia di genitori non sposati, il ritratto di Melusina, Eufemia e il suo dramma sessuale, Mastrangelina, e ancora l’urlo di dolore e il dramma vissuto della madre di Antonello per la disgrazia che aveva colpito la sua famiglia, trascinandoli nella miseria più totale, per concludere infine con il dialogo tra la madre di Alvaro e un suo amico recatosi a farle visita. Sul palcoscenico dell’umanità Alvaro conferisce alla donna dignità e un ruolo di assoluto rilievo nel tramandare valori forti legati alla tradizione della nostra terra.

Giada Palmerino – IL QUOTIDIANO/ 9 ottobre 2007
STANDING OVATION PER IL CAST D’ATTORI

Una standing ovation del pubblico ha decretato la conclusione della rassegna “Itinerari Alvariani”, seguita con successo ed entusiasmo dai cittadini catanzaresi nelle tre giornate in programma presso il complesso monumentale del San Giovanni di Catanzaro.
In occasione dell’ultimo appuntamento, gli attori della compagnia Teatro del Carro Pino Michienzi, AnnaMaria De Luca e Luciano Cozzi, si sono esibiti maestralmente in letture di versi poetici ed in interpretazioni di lettere scritte da Corrado Alvaro durante alcune tappe fondamentali della sua vita. Fiumi d’inchiostro in forma epistolare indirizzati alla moglie Laura ed al figlio Massimo, sempre vivi nella mente e nel cuore dello scrittore straziato dalla solitudine e dalla distanza a causa dei suoi frequenti viaggi di lavoro.
Erano presenti in sala l’Assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro Antonio Argirò, che ha ospitato l’evento nel complesso monumentale per le tre giornate, il direttore e il commissario dell’ Ardis di Catanzaro Costantino Mustari e Rita Commisso, ed infine Giuseppe D’Agostino cittadino onorario di San Luca, nonché colui che ebbe l’onore di premiare per la prima volta Corrado Alvaro nello stesso Liceo classico P.Galluppi, dove lo scrittore aveva conseguito precedentemente la maturità.
La serata ha toccato il suo apice al momento dell’eccelsa interpretazione di Pino Michienzi della lettera di Alvaro scritta per il figlio soldato impegnato in guerra. Un dialogo ideale talmente vivo, connotato da una così forte carica emotiva da rendere possibile il lento dissolversi della dimensione scenica nella dimensione reale.
leggi la scheda
leggi la critica