Leonida Rèpaci - Sarmura, l'acqua salata

Leonida Rèpaci (Palmi 1898 - Viareggio 1985), è uno dei più illustri scrittori del Novecento italiano e fondatore, nel 1929, del prestigioso Premio Viareggio.
il recital, affidato a più attori e musicisti, tocca varie corde di questo sagace autore-giornalista, che ha combattuto per una società diversa, migliore, e che vedeva la sua Calabria, attraverso la lente del cuore, “più bella della California e della Haway, più bella della Costa Azzurra e degli Arcipelaghi giapponesi”.
Rèpaci ha trattato il tema dell’emigrazione forse come nessun altro scrittore ha saputo, costruendo la monumentale opera “Storia dei fratelli Rupe” dove registra 68 anni di storia dell’umanità.
Scrive Pasquino Crupi:
“Il quadro è di una vastità sconosciuta alla letteratura mondiale. Con il ciclo dei Rupe, Leonida Rèpaci va oltre il tempo e lo spazio geografico del territorio nazionale e del territorio europeo”.
Lo spettacolo, SARMURA, L’ACQUA SALATA, omaggio doveroso a questo magnifico pensatore, si esalta anche dei contributi del Marafioti, che ci descrive la pesca del pescespada nel mare di Palmi, di Ignazio Buttitta, che gli dedica la splendida poesia La vuci di l’omini. Gode, inoltre, della magica e superba Arlesiana del musicista Francesco Cilea, suo amico e conterraneo.
La Compagnia lo ha commemorato in occasione del decennale (1995) e del ventennale (2005) della morte, nella città di Palmi dove Leonida Rèpaci è nato.
L’adattamento, l’elaborazione e la regia sono stati curati da Pino Michienzi.
Circa venticinque le repliche in altrettanti comuni della Calabria.

LA CRITICA

ARCANGELO BADOLATI - GAZZETTA DEL SUD - 24 agosto 1995
"REPACI TRA MITO E FANTASIA"
"Le sue opere rivisitate attraverso una rappresentazione teatrale"

GIUSY ARMONE - IL DOMANI - 1 novembre 2003
[...] Un tributo alla Calabria è stato regalato in conclusione da Pino Michienzi e Anna Maria De Luca, che, magistralmente, hanno recitato alcuni versi della produzione poetica di Leonida Rèpaci, poeta di Palmi, fatta di meravigliose descrizioni delle terre calabresi e dei suoi drammi, resi ancora più toccanti dall’accompagnamento musicale di Alfredo Paonessa, che ha affiancato in ogni interpretazione il lavoro dei due attori.

IL DOMANI - 26 novembre 2003
IN SCENA ALVARO, COSTABILE E REPACI"
"La Compagnia Teatro del Carro inaugura questa sera la nuova stagione a cura dell’Ardis"

FRANCO CIMINO - IL QUOTIDIANO - 10 novembre 2003
"GRAZIE ALL’ENCICLOPEDIA CONOSCEREMO LA CALABRIA"
[...] che è bello scoprire con i nostri occhi di lettori prima, e di osservatori viaggianti dopo, che la Calabria è proprio come l’ha dipinta uno dei suoi figli più illustri, la cui poesia ci è stata oggi stesso "iniettata" dalla voce calda e profonda del noto attore calabrese Pino Michienzi, nell’incontro di presentazione dell’opera edita dal "Quotidiano", che con cuore sincero di calabrese sentitamente ringrazio.

GAZZETTA DEL SUD - 8 marzo 2004
"LEONIDA REPACI, UN RECITAL DI PINO MICHIENZI "
Stasera al Teatro Politeama Siracusa

IL QUOTIDIANO - 8 marzo 2004
"LEONIDA REPACI - SARMURA L’ACQUA SALATA"
Stasera al Teatro Politeama Siracusa
leggi la scheda
leggi la critica